Download immagini: Cliccate su anteprima immagine:
Courtesy: Dorotheum

Ai fini redazionali, le immagini riguardanti le aste Dorotheum possono essere utilizzate gratuitamente. Si prega di indicare le didascalie fornite e le informazioni sul copyright. L’utilizzo per altri scopi vi preghiamo di contattare preventivamente Dorotheum, per chiarire che siano libere da diritti di utilizzo, diritti d’autore e da copyright.

Due tipi vincenti: il Vincitore e l’Happy Cop - Forti rialzi per l’arte moderna e contemporanea, quotatissimo anche il liberty alla settimana delle aste del Dorotheum

30.05.2008

Banksy, Happy cop

Jörg Immendorf

Premonitrice la posa da campione a braccia tese verso l’alto del bronzo di Jörg Immensdorff. Ad un anno dalla scomparsa del grande artista tedesco, la sua scultura, messa all’asta il 28 maggio 2008 nella categoria arte contemporanea al Dorotheum di Vienna, ha realizzato 128.600 euro (cat. N°101). Lo stile dell’artista, distintosi anche per il suo impegno politico, ha segnato sensibilmente gli anni 80 e 90. Buone le quotazioni di tutte le sue opere. Con la serie “Cafe Deutschland” Immendorff ha rinnovato il modo di dipingere la storia. La scimmia come di alter ego di “Cafe Deutschland – Heuler“ è stata aggiudicata per 40.800 euro (cat. N°102), mentre “Malerstamm Anselm”, una scultura a forma di scimmia è arrivata a realizzare 73.500 euro (cat. N°140).

Protagonisti della serata gli artisti tedeschi. Günther Uecker „Weisse Spirale“ (spirale bianca) ha raggiunto i 156.800 euro (cat. N°130); la rappresentazione senza titolo di Imi Knoebel ha potuto realizzare più del doppio del valore stimato arrivando a 85.700 euro (cat. N°132); la „Weiße Vibration“ (bianca vibrazione) di Heinz Mack, co-fondatore di ZERO, ha superato ogni aspettativa e concretizzato 73.500 euro (cat. N°106). Un offerente svizzero si è aggiudicato invece per 79.600 euro il grande formato senza titolo del 2000 di Günther Förg (cat. N°165). Per l’arte italiana, Giacomo Manzù e il suo „Vescovo seduto“ hanno convinto senza riserve i partecipanti e, triplicando la stima iniziale, realizzati fantastici 133.800 euro (cat. N°107). Un offerente tedesco al telefono si è assicurato con 110.100 euro „Sparkle Plenty“, curvo oggetto di acciaio cromato di John Chamberlain (cat. N°136). La street-art di Banksy presente con „O.T.“, dal sottotitolo „Happy Cop“. Il poliziotto di cartone alto più di due metri con la faccia emoticon ha realizzato positivi 61.300 euro (cat. N° 222).

L’arte contemporanea austriaca è stata molto apprezzata, non per ultimo il dipinto versato, „Schüttbild”, del ciclo „6-tage-spiel“ (l’azione dei 6 giorni), 1998 di Hermann Nitsch che ha realizzato 73.500 euro (cat. N°158).

 

I prediletti estivi

Nella categoria arte moderna classica il 27 maggio 2008 si è distinta l’opera di Wladimir Baranoff-Rossiné, nato in Ucraina nel 1888, illustre esponente dell’avanguardia francese, per Apollinaire un “futurista francese”. Il suo dipinto “Le voilier” (il veliero), 1910 dai colori chiari e luminosi ha realizzato 168.300 euro (cat. N°16). Il nudo maschile di Egon Schiele del 1913 è stato aggiudicato per 133.800 euro (cat. N°5), mentre la fattoria di Alfons Walde e la piazza italiana di Carl Moll hanno superato di gran lunga il valore stimato in origine, realizzando rispettivamente 145.300 e 101.500 euro (cat. N°40 e 37).

Stile liberty

L’asta dello stile liberty del 28 maggio 2008 ha visto protagoniste una porta in vetro e una finestra. L’accesa contesa ha contribuito ad aumentare sensibilmente il loro valore. La porta in vetro della Boemia, realizzata intorno al 1900, ha concluso a 32.000 euro (cat. N°164). Gioco di forza invece per la finestra del ceco Alfons Mucha, con tipica figura femminile, aggiudicata per 17.400 euro (cat. N°81). Demetre Chiparus nato in Romania nel 1886 realizzò nella Parigi degli anni Trenta alcuni plastici femminili in bronzo ed avorio. Le figure, dallo stile sobrio, rappresentano soprattutto raffinate danzatrici in abiti d’epoca. Un offerente russo è riuscito solo per poco ad assicurarsi „Antinea, una di queste, una scultura di affascinante eleganza, per 100.000 euro (cat. N°265).

 

Ufficio stampa: Mag. Doris Krumpl, Tel. + 43 1/515 60-406,                                        doris.krumpl@dorotheum.at