Lotto No. 27


Marco Liberi - Dipinti antichi

Marco Liberi

(Venezia 1644 circa - post 1691) Venere con Amore e due ancelle, olio su tela, cm 73,5x 90, in cornice

Provenienza: collezione privata europea. L'opera qui proposta presenta varie analogie con altri dipinti dell'artista tra cui il Giove e Asteria, firmato, del Museo Nazionale di Budapest (cfr. U. Ruggeri, Pietro e Marco Liberi. Pittori nella Venezia del Seicento, Rimini 1996, fig. 69). La datazione del presente dipinto è riconducibile al 1665 quando il pittore è documentato per la prima volta nella bottega del padre allora impegnato nell'esecuzione degli affreschi della sagrestia della Basilica di Sant'Antonio a Padova, decorazione nella quale possiamo leggere delle somiglianze formali. Ringraziamo il professor Ugo Ruggeri per aver confermato l'attribuzione.

Esperto: Mark MacDonnell Mark MacDonnell
+43-1-515 60-353

mark.macdonnell@dorotheum.at

06.10.2009 - 17:00

Prezzo realizzato: **
EUR 36.900,-
Stima:
EUR 30.000,- a EUR 40.000,-
Hotline dell'acquirente lun-ven: 09.00 - 18.00
kundendienst@dorotheum.at

+43 1 515 60 200

Asta:

Dipinti antichi

Data:

06.10.2009 - 17:00

Luogo dell'asta:

Vienna | Palais Dorotheum

Visita:

26.09. - 06.10.2009



** Prezzo di acquisto, esclusa la tassa e l'IVA dell'acquirente

Non è più possibile effettuare un ordine di acquisto su Internet. L'asta è in preparazione o è già stata eseguita.

Marco Liberi

(Venezia 1644 circa - post 1691) Venere con Amore e due ancelle, olio su tela, cm 73,5x 90, in cornice

Provenienza: collezione privata europea. L'opera qui proposta presenta varie analogie con altri dipinti dell'artista tra cui il Giove e Asteria, firmato, del Museo Nazionale di Budapest (cfr. U. Ruggeri, Pietro e Marco Liberi. Pittori nella Venezia del Seicento, Rimini 1996, fig. 69). La datazione del presente dipinto è riconducibile al 1665 quando il pittore è documentato per la prima volta nella bottega del padre allora impegnato nell'esecuzione degli affreschi della sagrestia della Basilica di Sant'Antonio a Padova, decorazione nella quale possiamo leggere delle somiglianze formali. Ringraziamo il professor Ugo Ruggeri per aver confermato l'attribuzione.

Provenienza: collezione privata europea. L'opera qui proposta presenta varie analogie con altri dipinti dell'artista tra cui il Giove e Asteria, firmato, del Museo Nazionale di Budapest (cfr. U. Ruggeri, Pietro e Marco Liberi. Pittori nella Venezia del S

Esperto: Mark MacDonnell Mark MacDonnell
+43-1-515 60-353

mark.macdonnell@dorotheum.at