Lotto No. 255


Wyatt Kahn


(nato a New York, NY, nel 1983)
Senza titolo, 2013, firmato e datato sul verso Wyatt Kahn 2013, lino su tela su tavola, 123,2 x 106,6 cm

Provenienza:
Galleria T293, Napoli (con certificato, con firma dell’artista), ivi acquistato dall’attuale proprietario
Collezione privata europea

Esposizione:
Napoli, Wyatt Kahn, Galleria T293, settembre/ottobre 2013

Wyatt Kahn è noto principalmente per le sue esplorazioni delle relazioni spazio-visive che intercorrono tra pittura e scultura. Utilizzando tele non preparate e tese su cornici di legno, Kahn crea complesse opere su parete in cui gli interstizi tra i singoli componenti fanno emergere composizioni astratte o pittoriche. Anziché tracciare forme geometriche sulla tela stessa, egli trasforma quest’ultima in veri e propri componenti fisici, con un riferimento alle tele sagomate singole e multiple di Ellsworth Kelly. I dipinti in più pannelli monocromi di Wyatt Kahn sono plasmati dall’ambizione di esplorare forme non illusorie di rappresentazione. In sostanza, il soggetto diviene l’interazione tra due e tre dimensioni, esperite tramite modifiche di superficie, struttura e profondità. Nell’arte di Kahn, la parete su cui è appesa l’opera diviene parte integrante della composizione.

Esperta: Maria Cristina Corsini Maria Cristina Corsini
+39-06-699 23 671

maria.corsini@dorotheum.it

05.06.2019 - 17:00

Stima:
EUR 25.000,- a EUR 30.000,-

Wyatt Kahn


(nato a New York, NY, nel 1983)
Senza titolo, 2013, firmato e datato sul verso Wyatt Kahn 2013, lino su tela su tavola, 123,2 x 106,6 cm

Provenienza:
Galleria T293, Napoli (con certificato, con firma dell’artista), ivi acquistato dall’attuale proprietario
Collezione privata europea

Esposizione:
Napoli, Wyatt Kahn, Galleria T293, settembre/ottobre 2013

Wyatt Kahn è noto principalmente per le sue esplorazioni delle relazioni spazio-visive che intercorrono tra pittura e scultura. Utilizzando tele non preparate e tese su cornici di legno, Kahn crea complesse opere su parete in cui gli interstizi tra i singoli componenti fanno emergere composizioni astratte o pittoriche. Anziché tracciare forme geometriche sulla tela stessa, egli trasforma quest’ultima in veri e propri componenti fisici, con un riferimento alle tele sagomate singole e multiple di Ellsworth Kelly. I dipinti in più pannelli monocromi di Wyatt Kahn sono plasmati dall’ambizione di esplorare forme non illusorie di rappresentazione. In sostanza, il soggetto diviene l’interazione tra due e tre dimensioni, esperite tramite modifiche di superficie, struttura e profondità. Nell’arte di Kahn, la parete su cui è appesa l’opera diviene parte integrante della composizione.

Esperta: Maria Cristina Corsini Maria Cristina Corsini
+39-06-699 23 671

maria.corsini@dorotheum.it


Hotline dell'acquirente lun-ven: 09.00 - 18.00
kundendienst@dorotheum.at

+43 1 515 60 200
Asta: Arte contemporanea I
Data: 05.06.2019 - 17:00
Luogo dell'asta: Vienna | Palais Dorotheum
Esposizione: 25.05. - 05.06.2019