Il vostro browser è obsoleto.

Al fine di utilizzare il nostro sito web in tutte le funzioni, è necessario che installiate una versione attuale del browser. Qui troverete l’elenco dei browser nelle versioni consigliate.



LA DIGITALIZZAZIONE COME FATTORE DI SUCCESSO

Dorotheum, resoconto del 2020: la continuità tramite il passaggio all’online.

Cifre milionarie e record mondiali in un anno pieno di sfide.


Dorotheum ha saputo affrontare bene il 2020 nonostante la crisi. Uno dei principali fattori di successo della più grande casa d’aste dell’area di lingua tedesca è stata la sua attenzione per le attività online. Un cambiamento che era già stato avviato prima della pandemia.

“La trasformazione da aste in sala ad aste online, durante i lockdown in primavera e in autunno, ha funzionato in maniera ottimale”, ha sintetizzato il CEO di Dorotheum Martin Böhm, “anche la nostra offerta in modalità live bidding è stata accolta molto bene. Abbiamo registrato un enorme afflusso di nuovi clienti e anche di giovani interessati. Solo nel mese di giugno, il nostro sito web ha ricevuto oltre un milione di visite”.

Opere milionarie
Il passaggio a un’operatività prevalentemente online ha creato continuità e stabilità e, nel 2020, si sono potuti raggiungere anche prezzi milionari e record mondiali. Per la “Donna in rosso su fondo blu” di Chaim Soutine sono stati offerti ben 1.811.555 euro all’asta di Arte Moderna del 24 novembre. La pala d'altare “Adorazione dei Magi” di Pieter Coecke von Aelst ha raggiunto l’eccezionale cifra di 1.137.800 euro all’asta di Dipinti Antichi del 9 giugno – un record mondiale per un’opera dell’artista fiammingo. Tra gli altri record mondiali anche i 393.700 euro per il dipinto antico “Lot e le sue figlie” di Massimo Stanzione.

Arte austriaca
Oltre al dipinto di piccolo formato “Occhio” di Maria Lassnig (€ 229.000) e una “Natura morta con San Sebastiano” di Rudolf Wacker (€ 369.300), un olio giovanile di Gustav Klimt ha raggiunto un risultato eccezionale per l’arte austriaca. Il bozzetto eseguito da Klimt per il timpano del Burgtheater di Vienna e noto come “Altare di Dioniso” è stato acquistato da un’anonima coppia viennese per 475.064 euro e donato al Leopold Museum di Vienna.

Top-Lots 2020 Download list


Immagini:

Ai fini redazionali, le immagini riguardanti le aste Dorotheum possono essere utilizzate gratuitamente. Si prega di indicare le didascalie fornite e le informazioni sul copyright. L’utilizzo per altri scopi vi preghiamo di contattare preventivamente Dorotheum, per chiarire che siano libere da diritti di utilizzo, diritti d’autore e da copyright.